Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2007

Addio 2007

Finalmente finisce questo 2007. Poche cose da ricordare. Anche Sara non fa tanto parte di quest’anno. Mi piace pensare che il suo anno sarà il 2008, mi piace pensare che nascerà in un anno in cui succederanno (mi auguro) solo cose positive. Un anno che, come sempre, inizierà nel frastuono dei botti di fine anno. Poi glielo faremo vedere nei prossimi anni quanto è divertente iniziare l’anno nella nostra città. Perché si dica quello che si vuole, che è inciviltà, che sarebbe meglio pensare a risolvere i nostri problemi secolari, che quest’anno bisognerebbe evitare perché troppa roba per strada che potrebbe prender fuoco… tutto giusto. Però, meglio iniziare un anno nuovo nel frastuono che nel silenzio immobile. L’illusione di qualcosa che cambia. Percui, mi fa piacere che Sara nasca qui dove sono nati anche i suoi genitori. Mi auguro abbia poi la voglia di girare il mondo e di vedere altri paesi, scegliendo da se’ la sua casa.

Annunci

Read Full Post »

Vigilia e Natale

Prime esperienze di Sara del Natale. Esperienze filtrate, protette, vissute dentro la pancia di R. da dove ormai Sara si fa sentire spesso attraverso le sue “bolle”. Peccato che io ancora non riesca a sentirla. Però R. mi dice ogni volta cosa succede e un po’ è come se la sentissi anche io… QUANDO TI FAI SENTIRE, CIAMBELLA!

Chissà se avrà digerito tutte le specialità natalizie nostrane? Il pranzo è stato: Minestra (quasi Maritata), Tortellini in brodo, Pollo arrosto con le patate, Pollo lesso, Baccalà e Capitone fritto, Cassata Siciliana, Noci & C., Roccocò & C. Ah, un po’ di frutta! Speriamo abbia gradito tutto (secondo R. alcune cose le ha apprezzate molto). So che mia figlia non apprezzerà molto la carne, a meno che non provveda il papà a fargliela apprezzare, visto che la mamma… la mamma non apprezza.

Va beh, un po’ di cose sceme dette. E’ che mi incuriosisce questa cose di Sara che c’è ma non c’è ancora, mi fa impazzire… e mi fa pensare a tutte le cose di cui non avrà memoria né conoscenza diretta. Ma d’altronde, la sua sarà un’altra vita. Ciao Sara, buon Natale… vedrai come è divertente la fine dell’anno a casa.

Read Full Post »

Il mito parla di una ninfa bellissima e corteggiata da Apollo. Lei, devota a Diana – divinità vergine – richiese alla dea di salvarla. Questa (con tipico, macabro umorismo divino) esaudì il desiderio della sua protetta trasformandola in un bellissimo albero di Alloro, pianta divenuta poi sacra per l’addolorato corteggiatore Apollo.

Il futuro papà, in un momento di follia, aveva deciso che la sua figliola, sicuramente bella come una ninfa degna del corteggiamento di Apollo, poteva fieramente portare il suo nome. D’altronde, anche per il nome definitivo, si è volato decisamente alto decidendo per Principessa (date un’occhiata a Wikipedia).

Poi… poi se ne è parlato e… come la chiamiamo? Daphne Sarah? No, non suona bene. D’accordo, allora la chiamiamo Sarah Daphne (tanto poi sono i padri che registrano i nomi dei pargoli… se cambio idea all’ultimo minuto…). Però… anche Sarah Daphne… Ok, allora sarà Sarah, Daphne. Ma pare che qualche dipendente statale non abbia trovato meglio da fare che perdere il suo tempo e sancire che in Italia non si registrano più nomi con la virgola (a chi davano fastidio?). E poi, una figlia di nome Alloro…

Insomma, alla fine la Principessa ha avuto la meglio sull’Alloro e rimarrà sola a migliorare un po’ il suono strano del suo cognome.

Read Full Post »

A proposito di links

Ho messo un po’ di links di persone incontrate, amate e in qualche modo coinvolte nell’attesa. Così due chiacchiere ed il tempo passa più piacevolmente. E cominciate a mettervi in fila perché abbiamo disponibili un limitato numero di titoli di “zio” e “zia”.

Read Full Post »

Era de Maggio

Ammettiamolo: l’altra foto non era il massimo della vita. Poco comprensibile, in una posizione poco interessante. Insomma, non ho reso giustizia alla ciambella (si, perché gattino… no, meglio ciambella visto che si è acciambellata nella pancia di R.) Perciò, cuore di mamma, R. ha fatto si che ci fosse qualcosa di meglio da vedere.

Foto della Ciambella

E’ sicuramente meglio! Nel frattempo cominciamo a fare qualcos’altro con questa creaturina. Dopo le carezze siamo passati al canto, sperando le piacciano la voce ed i gusti soprattutto del papà. Abbiamo iniziato con un po’ di repertorio classico (Era de Maggio, Pezzi di vetro). Insomma, i cavalli di battaglia. Vediamo cosa ci porterà il futuro… aspettando, aspettando, ancora aspettando.

Read Full Post »

Foto del gattino

Una foto del micino. E’ così, senza cercare somiglianze ma solo considerando che quando gliel’hanno scattata, era appallottolata nella pancia di R.

Read Full Post »

Immagini strane…

Abbiamo preso le misure a Sara. Tutto bene, cresce come si deve e R. è bravissima a seguire tutto quello che il dottore le ha chiesto di fare. Ho visto il dottore appoggiare la sua sonda sulla pancia di R. ed ha iniziato a mostrarci immagini che lui riesce a leggere benissimo. Anche R. sembra essere estremamente commossa. Io l’ho già detto: mi sento un po’ stupido perché non sento sconvolgimenti emotivi. Forse perché adesso Sara comincia a occupare tutto il suo spazio ed io non vedo altro che macchie, alcune fisse, altre intermittenti (… oh, il cuore…) eppure non sento più quel salto che ho sentito quando, alla seconda ecografia, abbiamo visto il profilo della creatura. Allora tante lacrime di felicità (forse anche i miei ormoni cominciano a vacillare); oggi… va bene, la bimba sta bene e questo è importante. Qualcuno in ufficio mi ha suggerito che questo dipende dal fatto che ora Sara è nella pancia della futura mamma e solo nella testa del futuro papà. Se è così, vuol dire che la piccola sta comoda anche dentro di me!

Read Full Post »

Older Posts »